La natura è la più grande farmacia sempre aperta

Un tempo non esistevano gli attuali farmaci con le loro formulazioni chimiche di sintesi. Già nel Medioevo ci si affidava ala natura, alle piante e alle loro proprietà benefiche e curative pur non conoscendo ancora il perché fossero efficaci, le piante venivano utilizzate per il trattamento di moltissimi disturbi e per curare le sofferenze dei malati.

I rimedi naturali venivano tramandati da padre in figlio, da generazione a generazione, con l’unico obiettivo di rimanere in salute o almeno per curare i sintomi e i malesseri minori.

“Comprando” dai prati, dai boschi, dagli orti, come se fossero una grande farmacia a cielo aperto, tutto il necessario per curarsi.

E dopo un periodo più o meno lungo di abbandono della fitoterapia sempre più persone oggi nella cura dei disturbi e sintomi di minore importanza cercano e scelgono con una sensibilità maggiore prodotti naturali, biologici, preferibilmente che non contengano parabeni, siliconi, OGM, che non siano stati testati su animali, insomma che rispettino la natura e richiamino un pò i rimedi naturali che i nostri avi si sono tramandati per secoli.

La scienza e la moderna medicina ci ha permesso di effettuare prove di efficacia garantendo a tutti noi la sicurezza nell’utilizzo di alcuni estratti vegetali.

Curarsi in maniera naturale è sempre auspicabile ma è sempre buona regola, comunque, attenersi ai consigli del proprio medico, per evitare conseguenze spiacevoli.